Poems written in 2018-today

Mandala

Mandala

I drew
with colored sands
a mandala.
For the red
I used my heart,
for the white
my soul,
the yellow
from my joy,
the dark blue
from my sadness.
The difficult days
gave me the gray,
those serene
the azure blue,
and if the day has me given the green,
the night brought me
the jet black.
Then the wind of life
blew it away
and now I look
the bare ground
on hold.
Once again
I have to restart.

Ho disegnato
con sabbie colorate
un mandala.
Per il rosso
ho usato il mio cuore,
per il bianco
il mio spirito,
il giallo
dalla mia gioia,
il blu
dalla mia tristezza.
I giorni difficili
hanno dato il grigio,
quelli sereni
l’azzurro,
e se il giorno mi ha
regalato il verde,
la notte mi ha portato
il nero giaietto.
Poi il vento della vita
lo ha soffiato via
e ora osservo
la terra nuda
in attesa.
Ancora una volta
dovrò ricominciare.

Non amore

Not love

Suspended, I wait.
I spent too much.
Now, only the void
is my companion.
And yet it weighs,
like a press
on the heart,
and so I stay.
I will not follow anymore
these steps,
heavy like
flesh that smells
of old.
My street
will be nothingness,
it will slide on the surface
without affecting
the depths
of my soul.
Be it skin
then, and hands
and hips,
but not heart.
Not love.

Sospeso, attendo.
Ho speso troppo.
Ora, solo il vuoto
mi è compagno.
Eppure pesa,
come una pressa
sul cuore,
e quindi sto.
Non percorrerò più
questi passi,
pesanti come
carne che odora
di vecchio.
La mia strada
sarà il nulla,
scivolerà sulla superfice
senza intaccare
le profondità
della mia anima.
Che sia pelle
allora, e mani
e fianchi,
ma non cuore.
Non amore.