Poems written in 2018-2023

Eredità

HERITAGE

We are the measure of our future.
With words we build dams and raise walls.
With images we unveil our shame.
With our hands we dig our destiny in a barren land.
The heart too small to contain all the deaths.
The brain too tired to go beyond simplicity.
We abdicated even before rising.
We cried even before laughing.
We are building a void that will erase our memory.

EREDITÀ
Siamo la misura del nostro futuro.
Con le parole costruiamo dighe e alziamo muri.
Con le immagini sveliamo la nostra vergogna.
Con le mani scaviamo il nostro destino in una terra arida.
Il cuore troppo piccolo per contenere tutte le morti.
Il cervello troppo stanco per andare oltre la semplicità.
Abbiamo abdicato ancora prima di sorgere.
Abbiamo pianto ancora prima di ridere.
Ci stiamo costruendo un vuoto che cancellerà la nostra memoria.

Prima di andartene

BEFORE YOU PASS AWAY

Before you pass away,
leave a dream for others to dream
and a song that others can sing.
Let the seed you planted become a tree
and the words you spoke become history.
Paint your future
with the colors you have gathered along the way
and leave everything of you unfinished,
so that others may complete it.
Before you pass away,
give meaning to tomorrow.

Prima di andartene,
lascia un sogno che altri possano sognare
e un canto che altri possano cantare.
Il seme che hai piantato diventi albero
e le parole che hai pronunciato diventino storia.
Dipingi il tuo futuro
coi colori che hai raccolto lungo il cammino
e lascia di te tutto incompiuto,
affinché altri lo possano completare.
Prima di andartene,
dai un senso al domani.

Moire

MOIRAI

If all the sand in the sea
blown by the wind of time
flows into a fragile stream
where grain for grain comes down,

the stories that Cleto has woven
since long ago knotted to yours
fall apart in thin threads
that by looking you just break,

and days of joy and misfortune
spun in immortal gold
that at dawn Lachesis set
merge into an empty memory,

then stamp on the ground,
and break through every step,
the blade already Atropos took
and quickly prepares to cut.

Se tutta la sabbia del mare
soffiata dal vento del tempo
si sfina in un fragile rivo
che grano per grano discende,

le storie che Cleto ha tessuto
da tempo annodate alla tua
si sfaldano in refi sottili
che spezzi al solo guardare,

e i giorni di gioia e sventura
filati nell’oro immortale
che all’alba Lachesi ha fissato
si fondono in vuota memoria,

allora calpesta il terreno,
fai breccia a ogni tuo passo,
la lama già Atropo ha preso
e lesta s’appresta a tagliare.

Armate solo dei loro occhi

ARMED ONLY WITH THEIR EYES

Hiding their dignity under the veil,
armed only with their eyes,
face the fear of their executioners,
shored with barrels, polished for the party,
and with hearts, thirsty for cowardice.

Nascondendo la loro dignità sotto il velo,
armate solo dei loro occhi,
fronteggiano la paura dei loro carnefici,
puntellata da canne lucidate per la festa,
e cuori assetati di vigliaccheria.

Schiavi

SLAVES

Slaves of invisible chains
called comfort,
birds in a golden cage
called democracy,
we serve to live, we live to serve
the few who have everything,
accusing the many who have nothing
to threaten
our slavery.

Schiavi di catene invisibili
chiamate comodità,
uccelli in una gabbia dorata
chiamata democrazia,
serviamo per vivere, viviamo per servire
i pochi che hanno tutto,
accusando i molti che non hanno nulla
di minacciare
la nostra schiavitù.

Con il cuore in testa

WITH THE HEART IN MIND

With the heart in mind
and the dress in hand
you dragged your life
in an acre of wheat
you released snakes
between summer nests
you have untangled the braids
and you have combed them
you did not make promises
neither suffer grudges
nor pretended to be
the queen of hearts
but if one day you had
to buy my love
you can always pay it
with an old heartache
and if the choices you made
came back to you
don’t stare at your eyes
reflected in the glass
do not sing words
you dreamed of during the day
don’t wait in vain
in the night a return.

Con il cuore in testa
e il vestito in mano
hai trascinato la vita
in un acro di grano
hai liberato serpenti
fra nidi d’estate
hai sciolto le trecce
e le hai pettinate
non hai fatto promesse
né subito rancori
né preteso di essere
la regina di cuori
ma se un giorno dovessi
comprare il mio amore
potrai sempre pagarlo
con un vecchio dolore
e se le scelte che hai fatto
ti tornassero indietro
non fissare i tuoi occhi
riflessi nel vetro
non cantare parole
che hai sognato di giorno
non attendere invano
nella notte un ritorno.

In memoria

IN MEMORY

Lives,
engraved on the walls of the houses
in whitewashed slabs
of marble veined
by rust and memories.
Names and dates
whose memory has been lost,
warning to pride and arrogance
of those who today boast
of themselves.

Vite,
incise sulle pareti delle case
in lastre imbiancate
di marmo venato
di ruggine e ricordi.
Nomi e date
di cui si è perduta memoria,
monito all’orgoglio e all’arroganza
di chi oggi fa di sé
vanto.

Perché

Why

Why, you asked me.
Why me?
I could have
painted you by words
and tell you how beautiful you are
and how every moment with you
be special,
but the truth is much more
simple and immensely
more complicated.
I fell into your eyes
and there I found peace.

Perché, mi hai chiesto.
Perché con me?
Ti avrei potuto
dipingere di parole
e dirti quanto sei bella
e come ogni attimo con te
sia speciale,
ma la verità è molto più
semplice e immensamente
più complicata.
Sono caduto nei tuoi occhi
e lì ho trovato la pace.